chi siamo
 

Siamo un gruppo di circa 20-25 famiglie di Ciliverghe, Mazzano e Molinetto. Il nostro desiderio è quello di vivere alcuni valori di solidarietà, giustizia, responsabilità, equità e rispetto per l'ambiente anche nelle scelte quotidiane che facciamo come consumatori.

Ma la nostra attività va oltre l'acquisto condiviso di alcuni prodotti (non solo alimentari). Vogliamo vivere la cittadinanza attiva nella nostra comunità e nel nostro territorio, contribuendo a migliorare l'ambiente nel quale ci troviamo.

Anche per questo fin dalla nostra nascita (avvenuta nell'autunno del 2009) abbiamo:

  • promosso iniziative di sensibilizzazione sui temi del consumo critico e responsabile (come lo spettacolo Label, nella primavera del 2011 e altre rappresentazioni teatrali: "La Scelta" e "Rwanda");
  • promosso (insieme ad altre realtà) il Comitato a favore dei referendum del giugno 2011 (Acqua bene comune e Nucleare);
  • sostenuto iniziative di solidarietà organizzate dalla comunità (a favore di famiglie in difficoltà, dei carcerati ecc.);
  • collaborato con Legambiente per l'iniziativa "Scambio di stagione", ripetuta ogni anno dal 2011;
  • partecipato attivamente al movimento contro la realizzazione della discarica Portamb a Ciliverghe, presentando anche un'osservazione alla Valutazione di Impatto Ambientale (febbraio 2012).
  • collaborato per la realizzazione del parco intitolato ai Martiri di Piazza della Loggia che si trova in via Donatori di Sangue a Molinetto.

Inoltre siamo anche un gruppo di famiglie che cerca di vivere momenti di convivialità e di socialità in amicizia, godendo anche delle bellezze del nostro territorio! Per questo ogni anno vengono organizzate cene conviviali (con tutte le nostre famiglie, compresi i nostri tanti bambini!) e gite "fuori porta"...

 

Dalla primavera 2015 ci siamo anche costituito ufficialmente, come Associazione di Promozione Sociale (nei prossimi mesi ci iscriveremo anche al relativo registro).
Potete scaricare e leggere il nostro STATUTO (regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate).

 

Il nostro manifesto e regolamento

Il GAS Mazzano nasce come gruppo spontaneo che agisce senza scopi di lucro nell’ambito del consumo critico e solidale. Chiunque condivida le finalità e i metodi del gruppo e si impegni a rispettarne il carattere solidaristico può aderire.

Motivazioni e linee guida

Le linee guida del Gas possono essere raggruppate in quattro filoni principali:

1. Sviluppare coscienza critica e solidarietà

Finalità del GAS è provvedere all'acquisto di beni e servizi cercando di realizzare una concezione più umana dell'economia, cioè più vicina alle esigenze reali dell'uomo e dell'ambiente. I componenti sentono la necessità di essere informati e consapevoli della realtà in cui si trovano a vivere, con particolare attenzione ai rapporti umani, all’ambiente e alla salute. In quest’ottica la merce diventa un bene e i produttori delle persone con cui intessere relazioni.

I prodotti che vengono scelti, non devono essere coinvolti nel circolo dell'ingiustizia. Devono "attivare" le risorse umane, consentire a molti che sono esclusi dai circuiti economici e da un mercato del lavoro ipercompetitivo (vedi disabili, piccolissimi produttori, e tante altre categorie svantaggiate) di lavorare e partecipare ad uno sviluppo sociale sostenibile.

I Gas promuovono e acquistano prodotti etici, informandosi sulle modalità di lavoro dei fornitori soprattutto in relazione al rispetto dell'uomo, dei diritti dei lavoratori, correttezza fiscale e civile, impiego di personale svantaggiato, promuovendo i temi della finanza etica, del turismo responsabile e del commercio equosolidale.

2. Privilegiare la qualità

Il GAS privilegia l’acquisto di prodotti biologici. Questa scelta nel rispetto della salute, i prodotti biologici non sono realizzati utilizzando diserbanti e pesticidi chimici, sono sani; del gusto, i cibi biologici sono frutto del rispetto della tradizione, non impoveriscono le ricchezze naturali della terra ed è pertanto un consumo sostenibile nel tempo e rispettoso delle generazioni future. Rispettano la stagionalità ovvero rispettano i ritmi naturali.

La garanzia è data dalla certificazioni ottenuta dai fornitori. Vengono presi in considerazione anche i piccoli produttori locali non certificati, purchè valutati direttamente. La priorità è la conoscenza diretta e approfondita del produttore.

3. Socializzare

Il GAS crea una rete di legami e amicizie tra i componenti, stimolando lo scambio di idee e informazioni. Analizzare prodotti e produttori porta ad uno scambio di esperienze tra i partecipanti utile anche per definire insieme dei criteri per guidare le scelte. Inoltre l’acquisto di gruppo consente di avere una forza maggiore sia in termini di contrattazione del prezzo che di visibilità nella comunità. Il GAS favorisce inoltre un rapporto diretto tra produttore e consumatore che permette il controllo dell’effettiva qualità del prodotto acquistato e uno scambio continuo di idee e informazioni. Si cerca di costruire con i fornitori un rapporto di fiducia basato sulla correttezza reciproca; per questo in caso ci siano problemi si cerca di mediare e di trovare una soluzione condivisa. Il GAS inoltre si impegna per quanto possibile ad acquistare con una certa regolarità i prodotti, garantendo al fornitore una continuità d’acquisto sia nelle quantità che nei tempi.

Questo rapporto costante e diretto consente di monitorare la trasparenza dei prezzi, in modo da contenerli ad un livello congruo con il costo effettivo sostenuto dal produttore, riducendo i ricarichi dovuti alla commercializzazione. Per quanto possibile il GAS cerca di organizzare incontri con i produttori, in collaborazione anche con altri gruppi, per approfondire la relazione instaurata e per acquisire nuove informazioni.

4. Essere responsabili del territorio

Il Gas ha tra le proprie priorità l’attenzione e la responsabilità verso il territorio e la comunità. Per questo motivo privilegia l’acquisto di prodotti locali. Scegliere prodotti locali significa ridurre l'inquinamento, il consumo di energia ed il traffico per il trasporto della merce e ridurre gli imballaggi necessari. I prodotti locali, inoltre, spesso si accompagnano a colture e culture tradizionali della propria zona; entrambe rischiano di scomparire sotto le spinte di uniformità del mercato globale. Mangiare prodotti tradizionali è un modo per allungare la loro vita e proteggere la biodiversità, oltre che conservare un mondo di sapori, ricette e tradizioni.

Il gruppo d’acquisto cerca di essere il più possibile visibile nella comunità e si propone di promuovere iniziative e manifestazioni per sensibilizzare la collettività sui temi del consumo critico.

Regolamento

Art. 1 - Partecipazione

Per partecipare al gruppo di acquisto è necessario condividerne gli obiettivi ed impegnarsi attivamente. Le attività realizzate dagli aderenti sono libere, volontarie, ispirate ai principi di mutualità e solidarietà. Tutte le prestazioni hanno carattere volontaristico e non vengono in alcun modo remunerate. Chi sostiene spese direttamente imputabili all’attività del G.A.S. ha diritto al rimborso delle stesse, purché documentate e precedentemente concordate.

Art. 2 - Attività ed organizzazione

Approfondimento di temi legati alla produzione, al consumo critico e solidale, alla trasformazione ed alla conservazione dei prodotti ed in particolare degli alimenti; analisi delle offerte di fornitura di servizi presenti sul mercato e dei vantaggi ottenibili come gruppo d’acquisto; condivisione delle informazioni raccolte.

Selezione dei prodotti e relativi fornitori. Raccolta degli ordini dai soci e dei fondi per le relative spese.

Effettuazione dell’acquisto associativo e pagamento del fornitore.

Trasporto / ricezione / distribuzione dei prodotti.

Effettuazione di tutte le operazioni amministrative necessarie per la gestione del gruppo e degli acquisti.

Promozione sul territorio di incontri ed eventi per la sensibilizzazione sui temi del consumo critico.

Il gruppo si organizza attraverso: il coordinatore, i referenti dei fornitori, gli iscritti al gruppo, le riunioni

Art. 3 - Il coordinatore

Il coordinatore ha il compito di promuovere e coordinare le attività, vigilare sull’attuazione del presente regolamento ed essere portavoce di quanto deliberato in riunione. Viene eletto annualmente dai partecipanti al gruppo di acquisto. Egli convoca riunioni, raccogliendo e fissando argomenti di discussione, sollecita e coordina le attività del gruppo e tiene documentazione di quanto stabilito o messo in atto dal gruppo.

Art. 4 – I referenti dei fornitori

Aderendo al gruppo d’acquisto ci si impegna attivamente come referenti dei fornitori. Ad ogni produttore corrisponde un referente all’interno del gruppo, il quale ha il compito di mantenere i contatti con il produttore stesso: aggiornare il listino, raccogliere ed inviare l’ordine, tenere un archivio delle ricevute ed eventuali altri documenti. Il referente viene nominato durante le riunioni periodiche a maggioranza dei presenti e rimane in carica fino a quando non decide di cedere il suo ruolo ad un altro partecipante del gruppo che si renda disponibile. Si cerca di favorire il più possibile l’alternarsi dei referenti per i prodotti, in modo che il lavoro di ricerca di fornitori e informazioni sia costantemente aggiornato.

Art. 5 - Gli iscritti

E’ iscritto chiunque aderisce all’attività di gruppo di acquisto nel rispetto del presente regolamento. I singoli partecipanti si impegnano a suddividersi responsabilità e compiti in tutte le procedure di gestione degli ordini e propongono al gruppo nuovi fornitori, prodotti e servizi da inserire nel paniere d’acquisto; i suggerimenti sono poi valutati ed eventualmente approvati dall’assemblea.

A tutti i partecipanti può essere richiesto di collaborare alla fase attuativa del gruppo d’acquisto, tenendo ovviamente conto delle attitudini e delle disponibilità di ciascuno. Non è necessario che tutti s’impegnino allo stesso modo, ma ognuno deve farlo secondo le proprie possibilità.

Art. 6 - Le riunioni

Il gruppo si riunisce periodicamente una volta al mese. La riunione ha piena validità ai fini decisionali se ad essa partecipa almeno la metà degli aderenti al gruppo.

Art. 7 – Comunicazioni interne

Le comunicazioni tra gli aderenti al gruppo avvengono principalmente attraverso una mailing list dedicata. Per gli ordini è obbligatorio utilizzare la mail del referente del prodotto

Parte operativa

Art. 8 - Iscrizione al G.A.S.

L’iscrizione al GAS avviene dopo aver partecipato ad una prima riunione e aver chiesto verbalmente di aderire. Nell'occasione il nuovo aderente lascerà il proprio recapito e il coordinatore consegnerà copia dello Statuto.

L'atto di iscrizione richiede una quota annuale al momento definita in 5 euro a componente/famiglia. Con l’iscrizione si acquisisce la qualifica di partecipante al gruppo di acquisto.


Art. 9 - Selezione dei prodotti e dei fornitori

La selezione dei prodotti e/o servizi e dei relativi fornitori viene effettuata congiuntamente dagli iscritti al gruppo in base ai seguenti criteri:

• stagionalità dei prodotti;

• predilezione di prodotti a “Km 0” e di fornitori localì;

• certificazione biologica: possono essere accettati anche prodotti non certificati, purchè valutati con attenzione;

• scelta di prodotti a basso impatto ambientale (imballaggio, biodegradabilità, provenienza, ecc.);

• predilezione di fornitori corretti fiscalmente e civilmente;

• preferenza di produttori che impiegano personale svantaggiato;

• sostegno alle piccole realtà produttive.

La scelta definitiva dei prodotti da acquistare, delle modalità di rapporto con i fornitori ed i motivi della selezione sono oggetto di discussione e valutazione all’interno delle riunioni e non possono essere delegate agli scambi via mail tra gli iscritti.


Art. 10 - Gestione degli ordini

Il calendario degli ordini viene stabilito in base alle esigenze dei soci ed agli accordi con il fornitore.

La gestione dell’ordine avviene sostanzialmente in 3 fasi:

1. Raccolta dei singoli ordini dei partecipanti al gruppo

2. Invio dell’ordine al fornitore

3. Ritiro e distribuzione merce

Gli ordini vengono effettuati, in genere, con scadenze programmate. La raccolta degli ordini avviene principalmente tramite e-mail: ogni componente interessato invia un messaggio di posta elettronica con il suo ordine al referente di competenza. Quest’ultimo, se necessario, dopo aver raccolto gli ordini dà il via ad un secondo giro di e-mail per eventuali modifiche o conferme. Terminata questa fase, il referente trasmette l’ordine al produttore. Nel momento in cui arriva la merce, il referente invia un messaggio di posta elettronica per indicare il luogo e gli orari in cui i partecipanti potranno ritirare la merce.

Il referente con la collaborazione dei singoli acquirenti controlla la rispondenza della quantità e della qualità dei prodotti con quanto richiesto nell'ordine inviato al fornitore e si attiva tempestivamente al fine di segnalare al fornitore le eventuali difformità riscontrate. I fornitori effettueranno la consegna in un solo luogo, da definirsi volta per volta. É compito di tutti prelevare i prodotti ordinati nel più breve tempo possibile.

E’ da escludersi qualunque tipo di responsabilità (sui prodotti, sulla loro conservazione, ecc) da parte del referente che si incarica della gestione dell’ordine e della sua distribuzione. Il referente è libero di incaricare un altro socio del gruppo per il ritiro della merce presso il fornitore ed ogni partecipante al gruppo potrà, in base ad accordi individuali, ritirare la merce anche per altri soci.


Art. 11 – Pagamento prodotti

Il pagamento dei prodotti ordinati dai partecipanti al Gruppo è da effettuarsi all'ordine o alla consegna secondo modalità concordate. Il referente deve effettuare il pagamento nei tempi e modi previsti dal contratto con il fornitore. Il prezzo dell’acquisto è comprensivo del costo dei prodotti ordinati e delle eventuali spese di trasporto che verranno addebitate in modo proporzionale alle singole ordinazioni.

Art. 12 – Denaro in cassa

Il denaro in cassa proveniente da sconti dei fornitori e dalle iscrizioni si devolverà in beneficienza.